NOTA!! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Psicologia e Apprendimento

Il blog di Centro Leonardo

Le emozioni

Cosa sono?
Goleman (2011) sostiene che le emozioni sono per noi delle guide fondamentali. Infatti ci aiutano ad affrontare situazioni difficili e importanti. Solo con l'intelletto, cioè la mente razionale, non si potrebbero superare questi periodi/momenti. Si capisce, dunque, che le emozioni hanno il compito di aiutare la mente razionale a prendere delle decisioni. Anche Vignati (2005) esprime che le emozioni primarie "svolgono una funzione vitale per l'individuo e hanno un valore adattivo per la specie".


Perché sono importanti nei bambini?
Lo sviluppo emotivo è un aspetto molto importante della crescita di un bambino. In psicologia dello sviluppo, questa fase viene definita come il momento in cui si apprendono competenze fondamentali, come il riconoscimento delle proprie emozioni e di quelle degli altri, si inizia ad utilizzare un linguaggio emotivo, emerge la capacità empatica e si impara a gestire e a regolare il proprio vissuto emozionale. Tutte queste abilità, aiutano il bambino a diventare emotivamente competente, aiutandolo ad instaurare relazioni sociali positive ed efficaci.


Qualche gioco!

  • "Il gioco del cubo emozionale": si tratta di una speciale scatola di cartone, con attaccata sopra ogni lato, un'immagine delle sei emozioni fondamentali dell'uomo: gioia, tristezza, paura, rabbia, disgusto e vergogna. Le immagini possono essere rappresentate da fotografie di volti umani oppure da disegni, a seconda dell'età dei bambini. Una volta costruito il cubo, si possono creare dei momenti di gioco, nei quali l'educatrice lancia l'oggetto e chiede ad ogni bambino di descrivere l'emozione risultante.
  • "Balliamo!": migliora la capacità di coordinazione corporea e spaziale, l'equilibrio e rafforza l'apparato muscolo-scheletrico. Inoltre favorisce la socializzazione con i coetanei e aiuta a migliorare i processi di regolazione emotiva dei bambini.
  • "Il gioco della rabbia": leggere il libro "che rabbia" e realizzare la scatola della rabbia incollando pezzetti di carta velina rossa su una vecchia scatola da scarpe. I bambini potranno conservarla e buttare li dentro tutta la rabbia quando sono arrabbiati... Ma attenzione a non farla uscire!!!
  • "Il barattolo della calma": riempilo con acqua, colorante, brillantini... Quando i bambini sono agitati o preoccupati possono girare il barattolo e fissare tutti i brillantini che scendono fino a che non si sono posati di nuovo sul fondo.


 

Centro Leonardo sul web

 

  

Centro Leonardo su TeleNord

  • TGN - i DSA

  • Il Logopedista per curare i disturbi del linguaggio

  • L’orientamento scolastico

Centro Leonardo su Radio 19

  • Chi può fare la diagnosi DSA
    Chi può fare la diagnosi DSA

  • Compiti e DSA
    Compiti e DSA

  • DSA e difficoltà emotive
    DSA e difficoltà emotive

  • DSA e inglese
    DSA e inglese

  • DSA quando intervenire
    DSA quando intervenire

  • Il tutor didattico
    Il tutor didattico

  • La dislessia
    La dislessia

  • La dislessia (2)
    La dislessia (2)

  • Le competenze matematiche
    Le competenze matematiche

  • Senso di efficacia e impotenza appresa
    Senso di efficacia e impotenza appresa

  • Sport e DSA
    Sport e DSA

Search