NOTA!! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Psicologia e Apprendimento

Il blog di Centro Leonardo

Segni e sintomi di una ragazza con ADHD

Il disturbo da deficit di attenzione ed iperattività (ADHD) è stato a lungo pensato come una condizione che colpisce prevalentemente i maschi. In realtà esso si presenta in maniera differente a seconda del sesso di appartenenza: nelle ragazze solitamente si parla di ADD, ovvero una forma di ADHD senza iperattività, ma caratterizzata da disattenzione, timidezza e dal cosiddetto "sognare ad occhi aperti"; mentre nei maschi è tipica l'ADHD iperattiva-impulsiva, contrassegnata da un'incapacità a stare fermi o seduti per un tempo prolungato. L'ADHD delle ragazze, spesso, è vista come un tratto tipico della loro personalità e dunque trascurata e non riconosciuta. Essa però può influenzare la loro salute mentale, sia nell'adolescenza che nella vita adulta, per cui è bene diagnosticarla.


CARATTERISTICHE PRINCIPALI
È molto più facile identificare un bambino fisicamente iperattivo e provocatorio, piuttosto che un altro distratto o non "mentalmente presente". Queste ultime due caratteristiche, spesso, sono tipiche delle ragazze con ADHD, le quali fanno fatica a prestare attenzione al compito, poiché distratte da stimoli esterni. Per compensare questa disattenzione ed "uscire" dalla noia, queste grandi e creative sognatrici solitamente tendono a focalizzarsi su un qualcosa in cui sono brave o che piace. Ciò potrebbe "portare fuori strada" gli insegnanti o genitori circa la possibilità di riconoscere un disturbo dell'attenzione.
Ci sono anche ragazze iperattive che invece potrebbero essere viste come dei "maschiacci": amano l'attività fisica, muoversi e "stancarsi", mentre quelle impulsive vengono descritte come "regine teatrali", facilmente eccitabili, in quanto tendono ad interrompere gli altri, parlando eccessivamente o cambiando di continuo l'argomento della conversazione e non preoccupandosi minimamente delle conseguenze sugli altri di ciò che dicono. Alcuni dei sintomi a cui bisogna prestare attenzione, qualora si presentino in maniera continuativa nel ragazzo/a, sono:
- distrazione
- spostamento dell'attenzione da un'attività all'altra
- disordine sia nell'aspetto che nello spazio fisico
- dimenticanze
- difficoltà nel portare a termine l'attività
- sognare ad occhi aperti
- difficoltà nell'elaborazione delle informazioni (sembra quasi che non senta)
- errori "incuranti"
- ritardatario
- iper-loquacità
- iperreattività
- verbalmente impulsivo
- turbato
- sensibile ai rumori, tessuti ed emozioni
- non motivato
- timidezza
- ritiro sociale
piange facilmente

TRATTAMENTO
Sapere che una ragazza ha l'ADHD può "liberarla" dalle etichette sbagliate che ha "cucite" addosso, quali "immotivata", "stupida" o "pigra", per poi mettere in atto strategie adeguate in modo da renderle la vita un po' più facile e garantirle un futuro migliore. In fin dei conti l'ADHD non è certo una malattia, ma solo un modo di essere, che va capito e gestito con metodologie approvate negli anni da numerosi esperti. Tra di esse vi sono le tecniche di gestione del comportamento, che consistono nell'identificare il comportamento-problema da modificare, per poi stabilire una serie di premi da guadagnare per un buon comportamento, strategie organizzative e in alcuni casi e contesti si può prendere in considerazione anche l'uso di farmaci che agiscono sul livello dei neurotrasmettitori dopamina e noradrenalina, andando a migliorare la disattenzione, l'impulsività e l'iperattività nelle persone con ADHD. Ma non dimentichiamo mai l'importanza di appoggiarsi a chi ha fatto della psicologia dell'ADHD un mestiere, per ricevere consulenza, supporto e capire quali siano le migliori strategie da attuare per esprimere al meglio il potenziale della ragazza disattenta e iperattiva.

 

Altri articoli...

01 Marzo 2018
Altro
Dott.ssa Daniela Rosadini e Dott. Niccolò Gorgoni - Mindfulness in famiglia -&nb...
10 Dicembre 2018
Ricerca
Quante volte è capitato di dire ai nostri alunni di studiare per un compito o pe...
19 Marzo 2019
Scuola
Con il termine "memoria di lavoro" si fa riferimento alle modalità con cui mante...
13 Novembre 2018
Scuola
DSA-BES
"Prendevo un sacco di appunti a scuola, ma, una volta tornato a casa, faticavo a...

Centro Leonardo sul web

 

  

Centro Leonardo su TeleNord

  • TGN - i DSA

  • Il Logopedista per curare i disturbi del linguaggio

  • L’orientamento scolastico

Centro Leonardo su Radio 19

  • Chi può fare la diagnosi DSA
    Chi può fare la diagnosi DSA

  • Compiti e DSA
    Compiti e DSA

  • DSA e difficoltà emotive
    DSA e difficoltà emotive

  • DSA e inglese
    DSA e inglese

  • DSA quando intervenire
    DSA quando intervenire

  • Il tutor didattico
    Il tutor didattico

  • La dislessia
    La dislessia

  • La dislessia (2)
    La dislessia (2)

  • Le competenze matematiche
    Le competenze matematiche

  • Senso di efficacia e impotenza appresa
    Senso di efficacia e impotenza appresa

  • Sport e DSA
    Sport e DSA

Search