NOTA!! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Psicologia e Apprendimento

Il blog di Centro Leonardo

PDP: tempo di progettazione e riflessione

Tra Ottobre e Novembre le scuole iniziano a lavorare al PDP. Tuttavia si nota nella pratica clinica che non vi è una modalità univoca né nella compilazione (per esempio con modelli molto diversi tra scuola e scuola) né nelle modalità di condivisione con la famiglia. Per questo vorremmo consigliare alcune buone prassi.

Ma, prima di fornire qualche suggerimento utile per la compilazione, ci sembra importante ribadire come il PDP vada inteso non come un atto meramente burocratico, ma come un momento di importante riflessione tra docenti sul percorso didattico dello studente e su quali obiettivi si vuol cercare di raggiungere. Il PDP può essere inoltre un utile strumento per creare un'alleanza scuola famiglia, per portare a conoscenza dei genitori i punti su cui si vuole intervenire e, se si tratta di studenti più grandi, anche per aumentare la consapevolezza del loro funzionamento.


Ecco qualche suggerimento per una compilazione efficace:

  • leggete la relazione diagnostica dello studente, i suoi punti di forza e di debolezza, come funziona la sua memoria, la sua attenzione, la sua abilità linguistica. Non soffermatevi solo sulle conclusioni diagnostiche;
  • talvolta la relazione contiene diversi tecnicismi di difficile interpretazione. Prendete contatti con chi l'ha redatta, chiedete informazioni, non è scontato capire una terminologia molto specifica;
  • compilate il PDP in modo che sia di facile lettura per la famiglia: se lo intendiamo nell'ottica di un patto scuola genitori, è importante che sia comprensibile a tutti;
  • consideratelo uno strumento operativo, consultabile facilmente e rapidamente;
  • non inserite solo misure compensative e dispensative legate alla didattica, nel PDP infatti possono essere indicati obiettivi comportamentali da condividere con i genitori o con lo studente in caso in cui sia più grande. Un esempio: "tenere ordinato il diario", "ricordarsi di portare i libri scolastici", ecc;
  • scrivete anche in chiave positiva. Spesso i PDP rischiano di diventare degli elenchi delle debolezze dello studente in questione, tralasciando le sue abilità. Se invece per esempio ha una lettura fluente, ma una comprensione carente, indicate anche il punto positivo, non solo la difficoltà;
  • date modo alla famiglia di poterlo leggere, anche consultando lo specialista che segue il figlio, se presente. Non chiedete di firmarlo seduta stante: è un documento importante e per quanto si auspica che ci sia un rapporto di fiducia, va letto e riletto con la necessaria calma;
  • prevedete una "firma" anche dello studente, a partire per esempio dal primo anno di scuola secondaria di secondo grado in avanti. La firma ha in questo caso solo un valore simbolico, ma è comunque un gesto di responsabilità e rende lo studente un soggetto attivo, consapevole dei suoi diritti e dei suoi doveri;
  • indicate anche le misure di didattica inclusiva che adottate. Se prevedete apprendimento cooperativo, didattica con le mappe o altro, indicatelo. Da valore a ciò che fate.


Per gli studenti nuovi, il momento della redazione e consegna del PDP è la prima occasione di confronto con la famiglia e di condivisione di un percorso che durerà negli anni successivi. Siamo sicuri che seguendo questi suggerimenti, si getteranno le premesse per un percorso il più sereno possibile.

 

Altri articoli...

30 Novembre 2017
Scuola
DSA-BES
1. Trova un luogo dove studiare che sia lontano da possibili distrazioni. L'idea...
20 Dicembre 2017
Scuola
DSA-BES
Dott.ssa Lucia Caprile​ -  Faccio un sogno. (...) Sono seduto, in pigiama...
01 Gennaio 2019
Tecnologia
Ricerca
Vi è mai capitato di sentire vibrare il cellulare, prenderlo dalla tasca e poi s...
15 Gennaio 2018
Scuola
DSA-BES
Quante volte avete detto questa frase ai vostri figli/alunni o quante volte ve l...

Centro Leonardo sul web

 

  

Centro Leonardo su TeleNord

  • TGN - i DSA

  • Il Logopedista per curare i disturbi del linguaggio

  • L’orientamento scolastico

Centro Leonardo su Radio 19

  • Chi può fare la diagnosi DSA
    Chi può fare la diagnosi DSA

  • Compiti e DSA
    Compiti e DSA

  • DSA e difficoltà emotive
    DSA e difficoltà emotive

  • DSA e inglese
    DSA e inglese

  • DSA quando intervenire
    DSA quando intervenire

  • Il tutor didattico
    Il tutor didattico

  • La dislessia
    La dislessia

  • La dislessia (2)
    La dislessia (2)

  • Le competenze matematiche
    Le competenze matematiche

  • Senso di efficacia e impotenza appresa
    Senso di efficacia e impotenza appresa

  • Sport e DSA
    Sport e DSA

Search