NOTA!! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Psicologia e Apprendimento

Il blog di Centro Leonardo

Pandemia e scuola

Ritornare a scuola significa riprendere una routine familiare, ma a causa della pandemia qualcosa è cambiato. Tutto sembra "insicuro", le regole, il sistema, le abitudini. I genitori dovrebbero trasmettere sicurezza ai propri figli, al fine di sostenerli per affrontare al meglio questi cambiamenti. I bambini devono essere informati e rassicurati. Le "regole covid", soprattutto per i bambini più piccoli, in un primo momento, possono essere difficili da capire e da mettere in atto. L'importante è essere coerenti e prevedibili, utilizzando esempi e contesti familiari per far comprendere loro eventi non familiari, cosicché i bambini possano sfruttare strategie efficaci e già usate per affrontare i problemi e i cambiamenti improvvisi.

I bambini possono avere ansie, preoccupazioni, insicurezze e vanno accompagnati a elaborare tali sentimenti, a gestire le emozioni. I genitori devono rispondere con onestà e calma, promuovendo un rapporto di fiducia e sincerità.

I ragazzi imparano meglio quando sono calmi, è normale avere delle preoccupazioni, sia per loro che per i genitori. Quest'ultimi devono mostrare entusiasmo e sostegno per il percorso scolastico dei figli. L'ascolto è fondamentale, i ragazzi vanno sentiti ascoltati e accolti, i loro sentimenti sono importanti.

A causa della pandemia, i ragazzi sono stati limitati nel portare avanti le loro amicizie, le loro relazioni sociali sono state carenti, poco costanti, costrette ad aver luogo solamente tramite uno schermo. È importante, dunque, promuovere delle attività sociali, eventi con i compagni di classe, per aiutarli a ritrovarsi nel gruppo in armonia e serenità.

Alcuni bambini parlano e altri sono monosillabici sulla loro giornata scolastica. Per quanto i genitori siano ansiosi di sapere com'è andata, è utile adattarsi allo stile di comunicazione dei propri figli, dare loro spazio e poi parlare della giornata lavorativa, questo trasmette il messaggio che i genitori sono pronti a parlare quando lo sono i figli. Altri bambini potrebbero parlare molto delle loro preoccupazioni e hanno bisogno di aiuto per contenerle in modo da non farle degenerare. Si può chiedere loro di scrivere (o disegnare) le loro preoccupazioni.

Centro Leonardo sul web

 

  

Centro Leonardo su TeleNord

  • TGN - i DSA

  • Il Logopedista per curare i disturbi del linguaggio

  • L’orientamento scolastico

Centro Leonardo su Radio 19

  • Chi può fare la diagnosi DSA
    Chi può fare la diagnosi DSA

  • Compiti e DSA
    Compiti e DSA

  • DSA e difficoltà emotive
    DSA e difficoltà emotive

  • DSA e inglese
    DSA e inglese

  • DSA quando intervenire
    DSA quando intervenire

  • Il tutor didattico
    Il tutor didattico

  • La dislessia
    La dislessia

  • La dislessia (2)
    La dislessia (2)

  • Le competenze matematiche
    Le competenze matematiche

  • Senso di efficacia e impotenza appresa
    Senso di efficacia e impotenza appresa

  • Sport e DSA
    Sport e DSA

Search