NOTA!! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Psicologia e Apprendimento

Il blog di Centro Leonardo

L'insegnamento metacognitivo può migliorare l'apprendimento?

Spesso succede che gli studenti sopravvalutino la loro comprensione di un argomento. La metacognizione aiuta invece gli studenti a riconoscere la differenza tra sapere qualcosa su un argomento e invece comprenderlo profondamente. Ma sono proprio gli studenti più deboli ad avere difficoltà in questo processo metacognitivo, che li porta a sentirsi delusi e può aumentare il senso di demotivazione verso lo studio. Usare metodologie di insegnamento metacognitvo è dunque un passo fondamentale per una didattica realmente inclusiva.

La ricerca ha dimostrato che bambini di ogni età, anche della scuola dell'infanzia, hanno un grande beneficio da attività metacognitive, che li aiutano a riflettere sul proprio apprendimento e a sviluppare pensieri di ordine superiore. Da ciò ne discende quanto sia importante che i docenti aiutino i propri alunni a sviluppare le competenze metacognitive.

Di seguito alcune strategie per gli insegnanti per aumentare la metacognizione della classe: (gli insegnanti delle scuole medie e superiori possono direttamente metterle in atto, mentre i docenti di scuola primaria dovrebbero prima fare da modello ai loro alunni e poi fare diverse esercitazioni prima di fargliele usare in autonomia)


Le strategie

La chiave per la metacognizione è quella di incoraggiare gli studenti a gestire in prima persona il proprio apprendimento invece di assorbire passivamente il materiale. Passare agli studenti il concetto che le abilità cognitive (come la memoria, la concentrazione) possono migliorare li aiuta a capire che l'apprendimento non è fisso: attraverso l'impegno e il duro lavoro, possono imparare a essere più resilienti e superare molte sfide che altrimenti potrebbero sembrargli impossibili.


Strategie metacognitive da usare durante la spiegazione:

Durante le lezioni, incoraggia gli studenti a fare domande. Tieni presente che gli studenti in difficoltà potrebbero non sapere quali domande porre o potrebbero sentirsi troppo imbarazzati per chiederlo a qualcuno. Non dare per scontato che ogni studente capisca il materiale solo perché nessuno fa una domanda. Utilizza strategie di valutazione rapida come fogli con domande a scelta multipla, quiz veloci o domande riassuntive alla fine di ogni spiegazione per identificare le lacune nella conoscenza della tua classe e per riprendere i concetti nelle lezioni future.

Insegna ai tuoi studenti a chiedersi durante la lezione:

Quali sono le idee principali della lezione di oggi?

C'era qualcosa di confuso o di difficile?

Se qualcosa non mi è chiaro, cosa dovrei chiedere all'insegnante?

Sto prendendo appunti appropriati?

Cosa posso fare se rimango bloccato su un problema?


Strategie metacognitive da utilizzare durante la preparazione delle verifiche

Per insegnare ai tuoi studenti a riconoscere il loro grado di preparazione per una verifica, incoraggiali a porsi domande invece di rileggere ed evidenziare un testo. Questo non solo aumenta la ritenzione a lungo termine, ma colma anche il divario tra il sapere qualcosa su un argomento e comprenderlo profondamente.

Prima di una verifica, insegna ai tuoi alunni a chiedersi:

Quali argomenti troverò nella verifica?

Su quali aree faccio fatica o mi sento confuso?

Quanto tempo dovrei dedicare per prepararmi per la verifica?

Ho i materiali necessari (libri, materiale scolastico, un computer e accesso online, ecc.) e un posto tranquillo dove studiare, senza distrazioni?

Quali strategie userò per studiare? Basta leggere e rivedere il materiale, o proverò a fare esercizi, a studiare con un amico o altro?

Che voto prenderei se dovessi fare la verifica oggi stesso?


Strategie metacognitive da usare per rivedere dopo un test

Non lasciare che gli studenti facciano una verifica senza poi utilizzarla come spunto e strumento per ulteriori approfondimenti. Prova a fare delle esercitazioni che incoraggino gli studenti a rivedere le loro prestazioni alla verifica e di conseguenza a migliorare le loro strategie di studio durante l'anno scolastico

Dopo una verifica, insegna agli studenti a chiedersi:

Quali domande ho sbagliato e perché ho sbagliato?

Ci sono state domande inaspettate durante la verifica?

Ero ben preparato per la verifica?

Cosa avrei potuto fare diversamente?

Altri articoli...

15 Gennaio 2018
Ricerca
DSA-BES
Ecco la rivincita di tutti i disattenti cronici!Da circa 15-20 anni sono circola...
15 Gennaio 2018
Scuola
DSA-BES
Quante volte avete detto questa frase ai vostri figli/alunni o quante volte ve l...
20 Dicembre 2017
Scuola
DSA-BES
Dott.ssa Lucia Caprile​ -  Faccio un sogno. (...) Sono seduto, in pigiama...
15 Gennaio 2018
Scuola
DSA-BES
Dott. Jacopo Lorenzetti - Le note sul registro possono diventare, talvolta,...

Centro Leonardo sul web

 

  

Centro Leonardo su Radio 19

  • Chi può fare la diagnosi DSA
    Chi può fare la diagnosi DSA

  • Compiti e DSA
    Compiti e DSA

  • DSA e difficoltà emotive
    DSA e difficoltà emotive

  • DSA e inglese
    DSA e inglese

  • DSA quando intervenire
    DSA quando intervenire

  • Il tutor didattico
    Il tutor didattico

  • La dislessia
    La dislessia

  • La dislessia (2)
    La dislessia (2)

  • Le competenze matematiche
    Le competenze matematiche

  • Senso di efficacia e impotenza appresa
    Senso di efficacia e impotenza appresa

  • Sport e DSA
    Sport e DSA

Search